Appuntamento

ice cream

..ho guardato i suoi lunghi capelli biondi, i suoi occhioni marroni e mi sono perso, ho preso il coraggio a 4 mani e l’ho invitata fuori, il primo invito ufficiale, io e lei..dopo cena..sabato sera…lei ha accettato radiosa, ha voluto essere elegante, si è fatta un elegante coda e si è messa il suo profumo, voleva essere speciale…ha sorriso , ha sorriso tanto..

..siamo usciti, mano nella mano, abbiamo passeggiato ridendo e giocando.., siamo entrati in gelateria, l’ho fatta accomodare, ho fatto cavaliere, le ho chiesto cosa desiderava e glielo ho ordinato. Coppa fragole e stracciatella, con cialda di cono ed acqua a parte.. abbiamo gustato il gelato uno davanti all’altro, guardandoci negli occhi, sorridendo con gli occhi, mano nella mano, ridendo e chiaccherando amabilmente, la gelateria era vuota…era solo per noi, una magica coincidenza..

hai voluto ballare per me, mi hai chiesto se mi piaceva e lo sai che mi facevi impazzire,  e lo hai rifatto..guardandomi negli occhi e mi sono perso..siamo usciti e mi sei letteralmente saltata al collo riempiendomi di baci..stringendomi forte..abbiamo passeggiato lungo il viale alberato e giunti nella via laterale..mi sei nuovamente saltata la collo, mi hai dato un bacio sulla fronte e mi hai detto balliamo?…ed abbiamo ballato nella via deserta, abbiamo ballato a lungo, io e te, il caldo di giugno ci ha accarezzato il viso, io cantavo la canzone che avevamo appena sentito e ballavo stringendoti forte e tu ridevi felice…io ero emozionato..avevo il cuore che batteva forte..

..siamo saliti a casa, ci siamo messi in salotto, sul tappeto..abbiamo riso, giocato, ballato, poi mi hai chiesto se volevo aspettare con te che ti addormentassi, mi volevi vicino.. ed io ho accettato…ho accettato con gioia..non vedevo l’ora…

..abbiamo spento la luce, mi hai abbracciato forte e mi hai detto..” sei il mio migliore amico, mi sono divertita tanto questa sera papà, mi inviti fuori sempre? “… con un’emozione indescrivibile gli ho detto “certo amica mia, quando vuoi..” e lei mi ha stretto la mano e sottovoce mi ha detto ” ..mi racconti la storia del papà che invita la sua bimba a mangiare il gelato e poi la porta a ballare sotto gli alberi..”

..amore mio te la sei fatta raccontare cinque volte prima di addormentarti, mi hai detto è una storia bellissima, mi hai chiesto di scriverla e così oggi ho fatto..

grazie bimba mia per le emozioni che mi regali..hai solo tre anni e mezzo, ma come sai strapazzare il mio cuore tu non lo sa fare nessuno..

One Comment

Add yours →

  1. Ettore Belatti 24 giugno 2013 — 16:42

    Cosa dire……bello!!!! Emozioni che ho avuto il piacere di avere anch’io nel far crescere le mie “bambine” e condividendo con loro ogni attimo libero della mia vita. Ora che sono “signorine” le emozioni che mi procurano sono diverse ma ugualmente intense. Per dirla in gergo lavorativo, io e mia moglie abbiamo fatto proprio un “bel lavoro”!!!! Da questo “lavoro” continue emozioni da quello “canonico” poche emozioni e ancor meno soddisfazioni. Fatturato Bilancio Obbiettivi ecc.ecc.ecco come qualcuno si emoziona non avendo altro per farlo.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: